Come scegliere la lavastoviglie Rex

Con questa guida  vorrei esaminare le principali caratteristiche da considerare nell’acquisto della lavastoviglie. In particolare mi riferisco alla lavastoviglie Rex che prendo a riferimento perché che si tratta di un marchio italiano e perché permette l’allaccio all’acqua calda anche per i modelli di fascia bassa. Potrei passare per un fissato del risparmio ma leggendo più avanti capirete il perché.

La gamma di lavastoviglie Rex è ampia (25 modelli) e comprende apparecchi con caratteristiche e prezzi diversi.

Per vedere alcuni modelli con relativi prezzi clicca qui.

Acquistare il modello più costoso non è sempre la scelta migliore. Invece bisogna capire quali sono le nostre esigenze per capire quale modello si adatta meglio.

Ma cosa considerare per la scelta della lavastoviglie?

Proviamo a riassumere le caratteristiche principali:

1)      Capienza e ingombro;

2)      Consumo di acqua ed elettricità;

3)      Flessibilità del ciclo di lavaggio;

4)      Silenziosità.

1) Capienza e ingombro

Le lavastoviglie Rex Techna Green® hanno ingombri standard di 45 e 60 cm. di larghezza per i modelli ad incasso. La capienza varia dai 9 coperti del il modello di 45 cm. fino ai 12 coperti per i modelli da 60 cm. Inoltre esiste una versione compatta da 55 cm. di larghezza e 45 di altezza in grado di lavare 6 coperti.

Se non abbiamo problemi di spazio conviene orientarsi verso un modello da 60 cm. Il costo è simile a quello dei modelli di lavastoviglie Rex da 45 ma la scelta è più ampia e i consumi paragonabili. Ovviamente se il nucleo famigliare è inferiore alla quattro persone risulta estremamente utile dotarsi di una lavastoviglie che gestisca anche il mezzo carico. In questo modo si potranno ottimizzare i consumi.

Diverso è il discorso per il modello compatto Rex Techna TCC800 che rappresenta una soluzione ideale per single e per chi preferisce posizionare la lavastoviglie in colonna (per non doversi piegare per caricare e scaricare le stoviglie).

Purtroppo questo modello è meno performante nella fase di asciugatura (classe B).

2) Consumo di acqua ed elettricità

Grazie all’obbligo di esporre l’etichetta energetica oramai siamo abituati a considerare nella nostra scelta anche i livelli di consumo di acqua ed elettricità. Nel caso delle lavastoviglie sono molteplici gli aspetti considerati per la valutazione:

a)      Classe di efficienza energetica;

b)      Consumo energetico;

c)       Efficienza nel lavaggio;

d)      Efficienza nell’asciugatura.

Tranne che per il consumo energetico (espresso in Kw/h) per tutti gli altri indicatori la valutazione è espressa con lettere da “G” (peggiore) ad “A“ (migliore).

Ovviamente la scelta andrà orientata verso una lavastoviglie Rex che riporta valori pari ad “A” e con livelli di “consumo energetico” inferiori a 1,2 Kw/h.

Per quanto riguarda l’acqua ci dovremmo orientare verso modelli che garantiscono consumi inferiori ai 14 litri per lavaggio. Vale la pena ricordare che si è passati dai 45 litri delle lavastoviglie degli anni ’90 agli 11 litri della lavastoviglie Rex TT992.

3) Flessibilità del ciclo di lavaggio

Le lavastoviglie Rex permettono di impostare cicli di lavaggio diversificati in base alla presenza di stoviglie più o meno sporche. Inoltre su alcuni modelli è presente la modalità mezzo carico e la modalità totalmente automatica. In quest’ultimo caso è la lavastoviglie che imposta temperatura e tempi di lavaggio in base al carico ed al livello di sporco. Purtroppo questa funzione non è disponibile sulle lavastoviglie più economiche ma solo sui modelli di fascia medio-alta (per esempio nel modello Rex TT992).

E visto che abbiamo tante cose a cui pensare; ben venga una lavastoviglie che si governa da sola,  garantendoci un lavaggio ottimale e senza sprechi.

4) Silenziosità

Anche in questo caso l’etichetta energetica ci aiuta molto permettendoci il confronto tra i vari modelli. L’unità di misura sono i decibel (dB). Più è basso il valore più sarà silenziosa la lavastoviglie. E’ buona regola orientarsi verso modelli con livelli sonori non superiori ai 55 dB. La lavastoviglie Rex TT992 arriva a 47 dB grazie all’utilizzo di materiali insonorizzati e ad una progettazione dedicata.

La silenziosità è importante sia per poter godere della cucina quando l’apparecchio è in funzione sia per poter differire la partenza della lavastoviglie in orari notturni senza dar fastidio a nessuno. Infatti con l’entrata in vigore della tariffazione bioraria questa esigenza è cresciuta notevolmente visto che è più conveniente utilizzare gli elettrodomestici nella fascia oraria serale/notturna grazie alle tariffe più basse.

Quindi una funzione sicuramente utile da non dimenticare quando scegliamo la lavastoviglie è la partenza differita.

Lavastoviglie Rex – Allaccio acqua calda

Tutti i modelli di lavastoviglie Rex hanno la possibilità di collegare l’apparecchio all’acqua calda. In questo modo l’apparecchio riesce a consumare (in condizioni ideali) il 35% in meno di elettricità. Questo perché l’acqua arriva già calda e non deve essere riscaldata per mezzo di una resistenza elettrica.

Parlo di “condizioni ideali” perché questa caratteristica è di assoluto rilievo avendo acqua calda prontamente disponibile. Per esempio disponendo di un impianto solare termico o di un impianto istantaneo a gas in grado di erogare rapidamente l’acqua calda.

Non prendo nemmeno in considerazione la presenza di un accumulatore elettrico visto che l’elettricità risparmiata dalla lavastoviglie equivarrebbe, (nella migliore delle ipotesi) a quella consumata dallo scaldabagno.

Vista la limitata esigenza di acqua per il funzionamento (inferiore ai 14 litri per tutto il ciclo di lavaggio), se l’acqua calda non fosse prontamente disponibile, la lavastoviglie sarebbe costretta a riscaldare quella ancora fredda prelevata dalla rete.

Lavastoviglie a libera installazione

Non avendo i vincoli imposti dall’installazione a incasso, le lavastoviglie a libera installazione permettono ai tecnici di raggiungere migliori risultati in termini di insonorizzazione, capacità di carico  e consumi.

Per esempio si posiziona su un livello di assoluta eccellenza la lavastoviglie Rex Techna Arredo RealLife® RSF67065XR che raggiunge livelli di silenziosità pari a 45 dB con consumi per ciclo di lavaggio di 10 litri di acqua.

Funzione multitab

Alcuni modelli di lavastoviglie Rex (quelli di fascia medio/alta) permettono di utilizzare le pastiglie di detersivo “multitab”. Si tratta di pastiglie che integrano (3 in 1, 4 in 1, 5 in 1, etc.) che riuniscono in un unico prodotto detersivo, sale, brillantante ed altri additivi come il “glass protector”.

Ovviamente queste pastiglie possono essere utilizzate anche nelle lavastoviglie non dotate dell’apposita funzione ma non verrebbero utilizzate in modo ottimale.

Non mi soffermo sull’efficacia o meno di questi prodotti visto ci vorrebbero dei test in ambiente controllato per provarne la reale efficacia.

———————————

Personalmente alla fine dell’analisi mi sono orientato sulla lavastoviglie rex da incasso TT992.

Per vedere alcuni modelli con relativi prezzi clicca qui.

E’ un modello medio con un ottimo rapporto costo/efficienza.

Ho installato l’apparecchio con qualche difficoltà in più visto che non avevo il secondo rubinetto dell’acqua calda sotto il lavello della cucina (il primo alimenta il rubinetto del lavello).

Ho dovuto chiudere l’acqua e smontare il vecchio rubinetto per sostituirlo con uno nuovo con due uscite.

Per poter svolgere questa operazione, oltre al nuovo rubinetto, è necessario avere una chiave a pappagallo e la rafia.

Ad ogni modo l’operazione non era indispensabile visto che potevo anche collegare la lavastoviglie al rubinetto dell’acqua fredda.


Posted in lavastoviglie rex, lavastoviglie rex da incasso, lavastoviglie rex techna, rex elettrodomestici | Leave a comment

Estensione della garanzia e assistenza

La garanzia di legge sulle lavastoviglie Rex, come per tutti gli elettrodomestici, è di 24 mesi.

In caso di guasti o malfunzionamenti non dipendenti da cause esterne ma dal solo malfunzionamento dell’apparecchio l’utente dovrà rivolgersi al centro assistenza Electrolux per ricevere indicazioni su come procedere.

Nei primi sei mesi non si paga nulla per l’intervento e dopo tale periodo si pagano solo i diritti di chiamata del tecnico (€ 24).

Quando viene consegnata la lavastoviglie Rex, assieme al manuale ed al certificato di garanzia, viene anche consegnata un’offerta della casa produttrice per un’estensione di garanzia fino a 6 anni (Top 6 Service®).

Personalmente ho valutato che l’importo richiesto era troppo alto e quindi ho preferito optare per un’offerta più economica proposta dal venditore.

Posted in assistenza lavastoviglie rex, ricambi lavastoviglie rex | Leave a comment

Consegna e ritiro dell’usato

Una cosa importante alla quale fare attenzione in sede di acquisto è la consegna. Non stiamo parlando di apparecchi leggerissimi (circa 45kg) e quindi vale la pena verificare che:

1)      la consegna sia effettuata al piano (non a livello strada);

2)      preveda lo smontaggio ed il ritiro del vecchio apparecchio (qualora presente);

3)      preveda la messa in uso del nuovo apparecchio.

Ovviamente questi servizi hanno un costo e se se ne può fare a meno si possono risparmiare bei soldi. 

In ogni caso, se questi servizi sono necessari, vanno considerati prima di procedere all’acquisto.

Per quanto riguarda l’istallazione della lavastoviglie Rex (il punto 3), non si tratta di un’attività complessa ed è possibile farla da soli a patto che gli allacci siano già predisposti.

Posted in ordine lavastoviglie | Leave a comment

Come installare la nostra lavastoviglie Rex

Dalla nostra nuova lavastoviglie rex escono due tubi ed un cavo elettrico che termina con una spina con attacco Siemens.

Un tubo va attaccato al rubinetto dell’acqua fredda o, se disponibile, dell’acqua calda; mentre l’altro tubo va collegato allo scarico.

Il tubo dello scarico arriva già preinstallato dalla parte dell’apparecchio. Lo si dovrà solo collegare allo scarico attraverso il terminale senza filettatura.

Quindi si dovrà posizionare un anello per serrare il tubo una volta che lo abbiamo fissato allo scarico.

Il tubo dell’acqua corrente ha una filettatura per permettere l’avvitamento del tubo dalla parte della lavastoviglie e dalla parte del rubinetto dell’acqua. Non vi potete sbagliare visto che i diametri sono diversi.

Ovviamente la spina va collegata alla presa di corrente.

Non dimentichiamo che i tubi non devono essere piegati/schiacciati e che il cavo elettrico non va tagliato o manomesso e non deve essere collegato alla presa di corrente per mezzo di una presa multipla alla quale sono collegati altri apparecchi.

Inoltre bisogna ricordare che è sempre possibile una perdita di acqua da un elettrodomestico e quindi le prese elettriche non devono mai essere posizionata a livello del pavimento.

Per i modelli di lavastoviglie a incasso sarà possibile montare il pannello frontale in tinta con la cucina e modificare l’altezza dei piedini per permettere il corretto posizionamento (in piano) dell’apparecchio.

Posted in installazione lavastoviglie rex | Leave a comment

Consigli pratici per il lavaggio

Leggere sempre le istruzioni d’uso. Spesso sono riportate importanti indicazioni per consumare di meno salvaguardando la lavastoviglie.

Facciamo attenzione alla durezza dell’acqua. La lavastoviglie è tarata per funzionare in modo ottimale a livelli fissi di durezza dell’acqua. L’uso del sale come antagonista per la riduzione della durezza dell’acqua comporta la preventiva regolazione del decalcificatore. Una volta regolato (in base alle indicazioni riportate sul manuale d’uso) non dimentichiamo di aggiungere il sale quando si accende l’apposita spia. Eviteremo di rovinare la lavastoviglie e di dover ripetere il lavaggio perché le stoviglie sono tutte macchiate.

Sciacquiamo brevemente le stoviglie prima di metterle nella lavastoviglie. Rimuovendo i residui più consistenti di sporco non dovremo pulire troppo sovente il filtro.

Verificare la pulizia del filtro. Un filtro pulito lavora meglio e quindi dovremmo avere cura di verificarne periodicamente la pulizia.

Non usiamo più detersivo di quello che serve. Evitiamo di sovra dosare la quantità di detersivo. Non ci garantisce una maggiore pulizia dei piatti ma soltanto un maggiore inquinamento ambientale.




Posted in lavaggio con rex techna | Leave a comment